Seleziona una pagina

Apio per A2A Energy Solution: com’è nata la Piattaforma Cloud IoT per la gestione degli impianti da fonti rinnovabili

A2A Energy Solution sceglie Apio per lo sviluppo e la progettazione di una Piattaforma Cloud unica nel suo genere: efficace, smart, user centrica e olistica che rivoluzionerà il management degli impianti di energia rinnovabile.

 

È  questo il momento di agire, il momento di contribuire alla guarigione del nostro pianeta sempre più pesantemente minacciato dal cambiamento climatico, dal degrado ambientale e dalla pandemia. Per far fronte a tali emergenze l’Europa ha presentato un piano strategico, il Green Deal, il quale prevede di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, rendendo sostenibile l’economia dell’UE. Un ulteriore stimolo per la ripartenza dell’Europa post Covid-19 è fornito dal Next Generation EU, uno strumento temporaneo il cui obiettivo è rendere gli stati dell’Unione più ecologici, digital e resilienti. L’Italia a sua volta ha approvato il PNR 2021-2027 non soltanto per fornire risposte alle istanze emergenziali, ma anche per contribuire allo sviluppo sostenibile della società. Investire in tecnologie rispettose dell’ambiente vuol dire voler evolvere, vuol dire anticipare il cambiamento, in particolare nel settore delle energie rinnovabili vuol dire credere che la digitalizzazione rivoluzionerà l’intero sistema.

Una realtà dall’anima Green

La collaborazione tra Apio e A2A Energy Solution ha inizio nel 2019, anno in cui sull’incremento delle energie rinnovabili erano state fatte delle previsioni, che a causa di un anno travagliato come quello scorso, ad oggi sono state disattese. Ma non è questo il momento di arrendersi, al contrario occorre saper trasformare le difficoltà in opportunità di crescita e sfruttare l’economia sostenibile come volano per la ripartenza

Ripartire vuol dire unire le forze, incanalarle in un unico obiettivo e raggiungere grandi risultati. Così è stato per la realizzazione del progetto in questione, reso possibile anche grazie al grande contributo di Venera Srl, società il cui obiettivo consiste nel creare soluzioni verticali sul mondo dell’energia, e con la quale collaboriamo dal 2018. Venera Srl è partecipata per il 40% da Apio e per il restante da SunCity, società specializzata in efficienza energetica, a sua volta business partner di A2A Energy Solution.

La BU Enery Solution fa parte del gruppo A2A Energia, una Life Company, un’azienda che si prende «cura delle condizioni necessarie alla vita e alla qualità». In virtù di questa definizione ha impostato la sua strategia a lungo termine, i cui pilastri sono l’economia circolare e la transizione energetica. L’obiettivo è quello di diventare, non solo a livello nazionale, un punto di riferimento, un leader nel settore dell’energia rinnovabile e della sostenibilità.

 

Energie rinnovabili, cosa ci dicono i dati?

In un contesto ambientale che richiede alla svelta un cambiamento sul fronte energetico, l’Italia nonostante il brusco rallentamento causato dal Covid-19, è pronta a fare la sua parte.

Nel 2019 le rinnovabili hanno coperto il 40,1% della produzione e del 35,6% della domanda elettrica nazionale, segnando rispetto al 2018 un +0,7%. Parlando invece di nuova potenza installata, nel 2019 l’incremento è stato del +4%. La pandemia ha inevitabilmente frenato questa crescita e ciò vuol dire che per raggiungere gli obiettivi fissati dal PNIEC entro il 2030 occorre procedere con un ritmo più sostenuto.

Dai dati pubblicati nel Renewable Energy Report 2020, si evince che l’Italia non solo è parte del cambiamento, ma anche che è consapevole che in un futuro prossimo gli Assets rinnovabili aumenteranno fino a diventare parte preponderante della nostra realtà. 

Per fronteggiare al meglio la transizione energetica in atto, le big company hanno bisogno di soluzioni funzionali in grado di supportarle nella gestione degli impianti di energie rinnovabili sempre più numerosi e variegati.

 

Il progetto: una piattaforma olistica su misura

Grazie alla nostra collaborazione, la BU del gruppo A2A Energia ha potuto soddisfare le proprie esigenze e realizzare una piattaforma cloud che renderà più smart coordinare i propri impianti rinnovabili.

La nostra esperienza in questo campo, le competenze che ci contraddistinguono e la sinergia nata durante i mesi di lavoro l’uno a fianco dell’altro, hanno dato vita a un progetto tailor made.

Il rapporto che intercorre tra noi di Apio e A2A Energia è un rapporto pluriennale, che con il tempo si è consolidato e ci ha dato la possibilità di conoscere diverse unità del gruppo, in questo caso specifico, abbiamo collaborato con la BU Energy SolutionsLa BU Energy Solution si pone come partner delle aziende per realizzare soluzioni energetiche sostenibili ed efficienti anche in termini di ottimizzazione dei consumi. In un contesto energetico in forte evoluzione, spinto dal bisogno di produrre energia green e incentivato dall’approccio dell’UE per attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, è necessario saper cogliere nuove opportunità di innovazione. È esattamente questa la caratteristica che distingue il nostro team, che con gli anni, grazie alla tenacia e alle numerose ricerche, ha affinato la capacità di ascoltare il mondo circostante, per poterne anticipare i bisogni fornendo gli strumenti opportuni.

Nel caso delle energie rinnovabili ci siamo focalizzati sulla loro caratteristica principale: la non programmabilità, in quanto la continuità di flusso e la disponibilità non dipendono da decisioni e programmazioni dell’uomo. Perciò occorre avere impianti sempre efficienti e al massimo della loro produzione attesa. Per realizzarli è necessario misurare e contabilizzare tutto, così da anticipare malfunzionamenti e programmare manutenzioni: le tecnologie digitali rappresentano il solo mezzo che in tempo reale permette l’attuazione di questi scenari.  

Pertanto abbiamo sviluppato un framework che permette di ridurre il time to market e gli investimenti fondamentali per realizzare piattaforme Cloud flessibili, scalabili ed interoperabili, che consentono contemporaneamente di implementare importanti caratteristiche di Internet of Things e Artificial Intelligence: precisamente quello che serviva al gruppo A2A Energia. Infatti, in virtù della propria strategia di riposizionamento, ha realizzato numerosi parchi di impianti da fonti rinnovabili, la cui gestione avrebbe richiesto l’utilizzo di più dispositivi e la creazioni di altrettanti algoritmi.

Nel caso delle energie rinnovabili ci siamo focalizzati sulla loro caratteristica principale: la non programmabilità, in quanto la continuità di flusso e la disponibilità non dipendono da decisioni e programmazioni dell’uomo. Perciò occorre avere impianti sempre efficienti e al massimo della loro produzione attesa. Per realizzarli è necessario misurare e contabilizzare tutto, così da anticipare malfunzionamenti e programmare manutenzioni: le tecnologie digitali rappresentano il solo mezzo che in tempo reale permette l’attuazione di questi scenari.  

Il risultato è stato una piattaforma unica nel suo genere, capace di rispondere in maniera olistica ai bisogni del gruppo consentendo di censire gli Assets, misurare le loro performance, la relativa diagnosi e la conseguente segnalazione dei guasti connessi all’impianto stesso. 

Sei sono le caratteristiche che hanno permesso alla piattaforma Cloud IoT di distinguersi dalle altre:   

  • È integrabile, grazie alla sua architettura flessibile può integrarsi facilmente con tutti i dispositivi commerciali aventi un canale open di comunicazione verso internet.
  • È scalabile, per far fronte a carichi di lavoro in crescita, ai migliaia di dati ricevuti al minuto
  • È interoperabile con piattaforme già esistenti, così da automatizzare lo scambio dei dati tra la nuova piattaforma e quelle già utilizzate dal gruppo.
  • È real time e user friendly: in tempo reale e in modo intuitivo consente all’utente di carpire segnali di malfunzionamento o sotto perfomance di uno degli asset.
  • User management, garantisce la privacy ed evita interferenze tra utenti con ruoli differenti. 

Parola d’ordine: metodologia agile

In Apio abbiamo adottato una metodologia di lavoro agile, cosa significa? 

Significa che per tutta la durata del progetto, in questo caso 6 mesi, il team di Apio e il gruppo A2A Energia, hanno lavorato in modo sinergico, l’uno a fianco dell’altro, annullando la distanza tra i due team e creando un legame concreto ed equilibrato. 

Un metodo lavorativo come il nostro richiede una grande organizzazione, e una precisa suddivisione dei ruoli. Oltre all’utilizzo di tools, che ci hanno consentito anche da remoto, di tenere assiduamente aggiornato il cliente, ogni settimana organizzavamo call di allineamento per confrontarci sul lavoro svolto ed eventualmente procedere a delle modifiche. In ogni caso, dal momento che il cliente è stato on board sul progetto in modo continuativo, i rework non hanno richiesto interventi sostanziosi.  

Proprio questo è il grande valore della metodologia agile, una metodologia che ottimizza estremamente il flusso lavorativo, evita la dispersione di energie e di tempo, ma soprattutto rende il rapporto lavorativo dei due team reale e attivo.

Share This