Seleziona una pagina

Home Smart Home: Case non solo “dolci” ma anche “smart”.

da Gen 17, 2019News0 commenti

Spesso si sente parlare di Smart Home, ma molto meno spesso ci si preoccupa dell’utente e di come esso percepisce le nuove tecnologie.  L’errore che di frequente si compie è che la tecnologia non va intesa come un fine, ma come un mezzo in grado di prendersi cura delle esigenze e dei desideri degli utenti.

 Tutti i nostri sforzi sulla Smart Home sono stati fatti in questo verso. Il progetto Smart Home realizzato da Apio in collaborazione con ENEA (Ente per le nuove tecnologie, l’energia e l’ambiente) si è infatti evoluto per rispondere a questa esigenza, non solo progettando un sistema user-friendly, ma anche facendo in modo che gli utenti famigliarizzino con una tecnologia per loro nuova e diventino sempre più proattivi.

L’accettabilità del sistema è infatti sicuramente un punto cruciale ed è facilitata dalla messa a disposizione per l’utente di servizi aggiuntivi sulla sicurezza, assisted living, demand/response, ecc., ma questo non basta. Il coinvolgimento dell’utente nelle politiche energetiche è diventata la priorità.

E’ stata studiata ed appositamente realizzata un’interfaccia “Aggregatore” per poter fornire dei feedback agli utenti. L’obiettivo è quello di rendere gli utenti consapevoli dell’utilizzo dell’energia nelle loro attività quotidiane, consentendo in questo modo di rimodulare l’utilizzo dell’energia nel modo desiderato, sia riducendolo, che spostando l’uso in momenti diversi della giornata. Rendere gli utenti consapevoli del loro consumo di energia può favorire un cambiamento del loro comportamento legato all’energia, aiutando al tempo stesso a ridurre i picchi di potenza indesiderati e spostare il consumo nelle ore in cui, ad esempio c’è maggiore disponibilità di energia da fonti rinnovabili. Di conseguenza anche gli utenti ne possono ottenere vantaggi dal risparmio energetico, riducendo l’impatto ambientale e risparmiando nelle bollette energetiche.

L’interfaccia realizzata, fornisce informazioni relative al proprio consumo energetico e stima il costo della bolletta, ma non solo.

Nella Smart Home Apio, ogni abitazione monitorata comunica con una piattaforma comune di livello superiore, agendo di fatto come un unico grande sistema chiamato “Aggregatore”. Questo consente di fornire un’overview e una comparazione tra le utenze coinvolte nella sperimentazione.

Nell’interfaccia per l’utente finale è possibile quindi fornire dei feedback per motivarlo e indirizzarlo verso un comportamento energeticamente più efficiente.

E’ previsto un Layout per il confronto di ciascun utente con se stesso, con se stesso in periodi precedenti ed infine con gli altri utenti simili a lui.

Nel confronto con me stesso, “i miei consumi”, è possibile selezionare l’intervallo temporale di riferimento, visualizzando l’energia consumata giornaliera, nonché la ripartizione dei consumi tra gli elettrodomestici monitorati. In questa sezione è inoltre possibile confrontare i propri consumi mensili dell’anno in corso con quello precedente. Questo confronto permette di monitorare se nel comportamento dell’utente ci sono stati progressi ovvero se si possono riscontrare risparmi rispetto all’anno precedente, quando non era presente nessun sistema di controllo.

Nel confronto con gli altri, i consumi vengono invece confrontati con le famiglie simili per composizione. In questo caso vengono fornite informazioni per confronto con il consumo medio degli altri utenti simili ed il più efficiente tra essi.  Ne segue un commento che può essere, ”Attenzione”, se stai consumano più della media degli utenti simili a te o, “Complimenti”, se il consumo risulta inferiore. Questo scatena una sorta di challenge tra gli utenti che li motiva a migliorarsi. Anche in questa sezione viene inoltre confrontato il consumo degli elettrodomestici del singolo utente con la media dei consumi degli utenti appartenenti alla stessa categoria.

E’ stata inoltre sviluppata una piattaforma di visualizzazione d’insieme che permette di rappresentare una vista generale dell’aggregato delle Smart Homes monitorate, dove anche in questo caso vengono fornite le informazioni di caratterizzazione generali come numero complessivo delle abitazioni monitorate, utenti coinvolti e superficie complessiva, condizioni meteo, temperatura media interna di tutte le abitazioni, percentuale media di apertura delle finestre, ecc.

Questa visualizzazione d’insieme è molto importante poiché permette la visualizzazione della somma dell’energia consumata nell’intervallo selezionato dalle singole abitazioni, nonché un rapido confronto tra le stesse e, di conseguenza, l’individuazione dell’abitazione più energivora.

Grazie al consumo di energia giornaliera o oraria (in base al periodo selezionato) della somma delle abitazioni monitorate, è possibile infatti monitorare la richiesta energetica dell’aggregato ora per ora ed individuare gli intervalli temporali in cui si ha la maggiore richiesta di energia.

Vi è inoltre la possibilità di individuazione l’orario del picco di richiesta energetica e questo consente di verificare la contemporaneità o meno di più picchi che potenzialmente potrebbe causare problemi per l’aggregatore e per la rete.

Grazie al sistema realizzato da Apio ed Enea, è possibile quindi monitorare i propri consumi nel tempo, così da tracciare i propri progressi, e confrontarsi con gli altri utenti che partecipano alla sperimentazione, incentivando un comportamento competitivo per un uso più efficiente dell’energia.

Conclusioni:

Attraverso ApioOs è stato possibile realizzare uno strumento che sfrutta tecnologie di ultima generazione per fornire agli operatori un sistema di gestione energetico che permetta il coinvolgimento attivo degli utenti. 

E siamo solo all’inizio… Stiamo infatti integrando i dispositivi utente dei contatori di seconda generazione in modo tale da rendere l’installazione ancora più plug&play, inoltre stiamo lavorando con importanti player internazionali per la creazione di servizi innovativi basati su Smart Contract e Blockchain.

 

Martina Botticelli

Guest Post di Martina Botticelli

Dopo aver ottenuto la Laurea Magistrale in Ingegneria Informatica dell’Università degli Studi di Roma Tre, Martina ha iniziato un brillante tirocinio presso l’ENEA che l’ha vista protagonista nella progettazione e sviluppo di progetti di Smart Management con focus su Building Solutions.

Share This