Seleziona una pagina

Successo o sconfitta: nel mercato dipende tutto da te (e dalle tue decisioni)

da Giu 26, 2019Approfondimenti0 commenti

Successo o sconfitta: nel mercato dipende tutto da te (e dalle tue decisioni).

18 giugno 1815. Campagna vallone. Tramonto. L’imperatore Napoleone Bonaparte ancora non lo sa, ma la sua epopea è giunta al termine. Questa volta definitivamente.

Eppure nemmeno 24 ore prima, prima che il sole sorgesse su quella folla mai vista di soldati, il suo futuro era radioso, luminoso. Ancora una volta, nel cielo gli astri si allineavano favorevoli ai francesi. L’esercito prussiano era stato messo in fuga, Wellington e gli inglesi non facevano più paura. Il tempo del successo era di nuovo vicino. Poi, solo apparentemente all’improvviso, qualcosa comincia ad andare per il verso sbagliato. I piani restano piani, le previsioni non si avverano. Si materializza la sconfitta, inevitabile. La colpa? Delle decisioni sbagliate di Napoleone.

  • Prima decisione sbagliata di Napoleone: la scelta di Michel Ney come maresciallo della campagna, un militare certamente coraggioso, ma poco intelligente. Il suo unico merito? Aver favorito il ritorno dell’imperatore dal suo primo esilio all’Isola d’Elba.
  • Seconda decisione sbagliata di Napoleone: perdere tempo a Ligny, attardandosi sul campo di battaglia in una lunga meditazione sul senso della guerra e delle sue atrocità davanti ai suoi soldati, invece di inseguire e annichilire l’esercito prussiano.
  • Terza decisione sbagliata di Napoleone: esitare nel fornire i rinforzi richiesti dal maresciallo Ney per completare la vittoria sugli inglesi. Quando si decide a mandare la Vecchia Guardia, è troppo tardi: la situazione è ribaltata, gli inglesi prossimi alla vittoria definitiva.

 

La morale della storia

Sappiamo cosa ti stai chiedendo: perché ripescare dal manuale di storia le vicende di Napoleone a Waterloo, parlarne qui in un blog dedicato al business e all’innovazione? La risposta è sotto i tuoi/nostri occhi. Waterloo fu una battaglia combattuta alla grande da Napoleone, ma completamente vanificata da decisioni sbagliate prese nei momenti cruciali, quando era giunto il momento di raccogliere la vittoria nella sua interezza. E l’attuale mercato competitivo ripropone esattamente le stesse dinamiche di questa battaglia: le aziende manifatturiere che vogliono crescere, evolvere e aumentare il valore del proprio business devono mantenere sempre alta la concentrazione, per prendere quelle decisioni strategiche che portano al successo.

Il mercato richiede decisioni giuste al momento giusto

Le regole del mercato sono chiare. Non è possibile sbagliare valutazioni. Non è possibile  perdere tempo in attività e azioni inutili. Non è possibile indugiare un attimo in più del dovuto. Il mondo corre. E devi stare al passo, preservando la lucidità, se non vuoi disperdere quanto di buono hai costruito fino ad oggi. Questo scenario impone alla tua azienda di aprirsi all’innovazione, per introdurre soluzioni tecnologiche in grado di raccogliere dati e informazioni, aumentare la produttività, tagliare gli sprechi e contenere i costi. Il tutto a parità di risorse impiegate. 

 
OEE (Overall Equipment Effectiveness): una sigla per tre concetti fondamentali

Monitorare quanto accade all’interno della tua azienda è l’unica strada percorribile se vuoi prendere decisioni oggettive, sicure e vincenti. Il primo passo da compiere è la generazione dell’indicatore OEE (Overall Equipment Effectiveness). Questa indicatore misura l’efficienza e la produttività totale del tuo stabilimento. E lo esprime attraverso una percentuale che riassume tre concetti fondamentali per una realtà manifatturiera:

  • disponibilità di produzione, ovvero la frazione di tempo allocato in cui l’impianto è effettivamente disponibile;
  • efficienza di produzione, ovvero la velocità con cui l’impianto sta effettivamente lavorando rispetto ai tempi preventivati;
  • tasso di qualità della produzione, ovvero la percentuale di unità prodotte rispetto agli scarti.

 

Generare l’indice OEE, dunque, è fondamentale se vuoi fare business in modo scientifico, mettendo al bando i processi decisionali estemporanei, improvvisati, slegati dall’evidenza dei dati. Per supportarti in questo nuovo approccio strategico, abbiamo abbiamo progettato e sviluppato la soluzione Smart Workbench.

Come funziona Smart Workbench?

Smart Workbench introduce in modo semplice, non invasivo e plug&play tutte le tecnologie necessarie per generare un Digital Twin delle macchine/isole sulle quali viene installato. La soluzione raccoglie in modo continuo tutti i dati indicativi sullo stato delle macchine e sull’avanzamento degli ordini (in relazione agli operatori che li stanno processando). E li invia in tempo reale al Cloud, dove saranno conservati e monitorati.

Smart Workbench è composto da due tool:

Computer Touch

Attraverso la sua interfaccia, l’operatore ha la possibilità di:

  • identificarsi su una o più fasi di lavorazione;
  • identificare l’ordine in lavorazione per ogni fase;
  • segnalare l’avanzamento di ogni singolo pezzo fino al loro esaurimento, le eventuali fermi macchina o le pause di lavorazione.

Tutte questi dati vengono invitati al Cloud e restituiti ai software MES ed ERP, aggiornati con gli avanzamenti della commessa.

Ambiente Cloud

Permette ai responsabili di produzione e di stabilimento di monitorare l’attività dell’operatore su ogni Smart Workbench. La sua dashboard mostra la situazione aggiornata in tempo reale di tutto il reparto, attraverso una indicizzazione per ordini, macchine/isole ed operatori. Inoltre, consente di visualizzare lo storico di tutte le operazioni eseguite e di tutti gli ordini lavorati, a seconda dell’arco temporale preso in considerazione.

 

Smart Workbench: dal progetto ai risultati (Case History)

Il Gruppo SAMP è una holding del Gruppo Industriale Maccaferri. La nostra collaborazione è iniziata nel 2017, coinvolgendo due società del gruppo:

  • SAMP Utensili Cutting Tools Srl, azienda che realizza utensili di alta qualità per macchine dedicate al taglio e alla lavorazione di ingranaggi;
  • SAMP Utensili Machine Tools Srl, azienda che progetta, realizza e commercializza macchine utensili per la lavorazione di ingranaggi.

Inseguire una visione di Smart Factory e più in generale di Industry 4.0: era questo l’obiettivo, chiaro e stimolante, del gruppo Samp.

Attraverso un percorso fatto di ascolto e confronto reciproco, abbiamo messo a fuoco le macro aree di intervento:

  • tracciabilità del processo di produzione: stato dell’ordine, fase di lavorazione attuale, tempi per ciascuna fase, confronto tra previsioni di lavorazione ordine immagazzinate nel gestionale SAP e dati reali acquisiti dal sistema;
  • digitalizzazione delle macchine, con riferimento ad allarmi e telemetrie, per prevedere lo stato di usura degli utensili di lavorazione e tenere traccia dei fermi macchina;
  • upgrade sul parco macchina, evitando opere di cablatura e interventi invasivi che potevano inficiare le certificazioni di conformità.

 

La nostra soluzione

Partendo dall’analisi di queste esigenze, abbiamo intrapreso un’attività di ricerca interna che ha portato alla realizzazione dello Smart Workbench per la generazione dell’indice OEE. Il sistema sviluppato sfrutta il framework e le tecnologie di digitalizzazione brevettate nei nostri precedenti progetti di ricerca. La soluzione implementata per il Gruppo Samp è in grado di digitalizzare reparti produttivi composti da diverse linee, per un totale di oltre 50 fasi. Nel giro di poche settimane Smart Workbench ha permesso di:

  • migliorare la gestione della qualità e le pianificazioni;
  • individuare puntualmente le cause di ritardo, casuali o ricorrenti;
  • instaurare una migliore sinergia tra i reparti di vendita, produzione e magazzino;
  • aumentare l’efficienza, la flessibilità e la velocità del time-to-market;
  • visualizzare degli avanzamenti degli ordini;
  • eliminare inefficienze e sprechi attraverso un’analisi puntuale e in tempo reale.

Il successo è nei tuoi dati (e nelle tue mani)

Adesso dovrebbe essere ancora più chiaro ed evidente il motivo per cui siamo partiti dalle gesta di Napoleone a Waterloo, prima di raccontarti i vantaggi concreti del nostro Smart Workbench. Cosa sarebbe accaduto se Napoleone avesse avuto la possibilità di monitorare in tempo reale quanto stava accadendo tra le sue fila? Se avesse saputo cosa stava funzionando bene e cosa invece andava modificato immediatamente, avrebbe raggiunto il suo obiettivo? Questa non è fanta-storia. È un dato di fatto. Se l’imperatore francese avesse ricevuto in tempo reale dati certi e informazioni dettagliate, il suo destino sarebbe stato decisamente più felice.

Questo stesso principio regola la vita e il successo della tua azienda manifatturiera. Conoscere e comprendere in tempo reale quanto sta accadendo in ogni singolo reparto è la tua bussola per orientare business e crescita nell’attuale scenario competitivo. È un paradigma nuovo e indiscutibile, valido sia per le multinazionali che per le PMI che caratterizzano il tessuto produttivo italiano.

Grazie alla sua struttura flessibile e personalizzabile, il nostro Smart Workbench è la soluzione ideale per portare nella tua azienda benefici immediati e duraturi, attraverso il miglioramento delle performance e l’eliminazione degli sprechi. Il successo della tua azienda è già nelle tue mani: ti basta solo illuminare i dati, leggerli con serenità e trasformarli in decisioni sicure. Contattaci subito per un approfondimento!

Share This